novembre 29, 2018
Condividilo

Black Friday 2018: com’è andata in Italia?

 

Il Black Friday, la giornata dello shopping per eccellenza che il 23 novembre ha scatenato una corsa alle occasioni in tutto il mondo, è diventata una tradizione anche in Italia, che sempre più si prolunga per tutto il weekend fino ad abbracciare il Cyber Monday.

Nel giro di pochi anni questo appuntamento si è trasformato nell’occasione ideale per acquistare in anticipo i regali di Natale, approfittando delle migliori offerte.

I dati analizzati da Criteo mostrano un incremento delle transazioni dell’80% rispetto alla media oraria rilevata dal 12 al 18 novembre 2018 già a partire dalle prime ore di giovedì 22. Allo scoccare della mezzanotte il Black Friday è ufficialmente iniziato, facendo registrare un aumento del 500% degli acquisti da desktop e picchi superiori al 600% degli acquisti da mobile: in generale, subito dopo la mezzanotte gli acquisti da tutti i dispositivi sono stati 6 volte superiori rispetto alla media di questa fascia oraria.

Dopo i picchi delle ore notturne, lo shopping è continuato per tutto il resto del Black Friday con valori 3/4 volte maggiori rispetto al periodo di riferimento considerato ed è proseguito a ritmi sostenuti anche per tutto il weekend, fino al Cyber Monday.

Dalle rilevazioni di Criteo, disponibili nel dashboard relativo al Black Friday 2018, è emerso che nella giornata di venerdì si è verificato un aumento del traffico del 103% e delle vendite del 251% rispetto alla media del mese di ottobre. La tendenza è proseguita per tutto il weekend, con un incremento nelle giornate di sabato e domenica rispettivamente del 49% e del 56% del traffico e dell’81% e del 114% delle vendite. Cyber Monday ha visto una nuova impennata delle vendite (141%) e una crescita del 54% del traffico.

Ma con quale dispositivo sono stati fatti gli acquisti durante il Black Friday? I dati mostrano che gli italiani hanno utilizzato diversi dispositivi per non lasciarsi sfuggire le occasioni migliori, ma la novità è che lo smartphone si è ormai affermato come strumento principale per fare acquisti online superando il PC (52,8% contro 41,1%), mentre rimane ancora limitato l’uso del tablet.

La classifica delle categorie più gettonate nelle ricerche online durante il Black Friday vede in testa quelle del settore tecnologico, con smartphone e televisori ai primi due posti. Per quanto riguarda la distribuzione geografica degli eshopper al primo posto si colloca la Lombardia, seguita da Lazio ed Emilia-Romagna. Tra le città Roma precede di poco Milano. Al terzo posto c’è Torino.

Anche per i negozi fisici il Black Friday, e in molti casi il Black Weekend, si è rivelato un successo, con il 48% dei retailer che dichiara di aver visto un incremento delle vendite. Accessori, abbigliamento, piccoli apparecchi e oggetti per la casa sono stati i prodotti più ricercati nei negozi fisici.

Le carte si confermano lo strumento principale per il pagamento degli acquisti online anche nel Black Friday. Secondo i dati diffusi da SIA le transazioni con carte di debito, credito e prepagate hanno totalizzato 13,4 milioni durante il Venerdì Nero, con un aumento del 30% circa rispetto al venerdì della settimana precedente e dell’11,4% rispetto al 2017.

In particolare, le transazioni per gli acquisti online sono state 3,6 milioni – pari al 27,1% del totale – e hanno fatto registrare un +21% rispetto al 2017 e un +65,7% rispetto al venerdì precedente.

Anche in Italia il Black Friday ha sempre maggiore successo e i retailer devono saper sfruttare sempre meglio questa grande opportunità raggiungendo i clienti lungo tutto il percorso di acquisto, che è tutt’altro che lineare, con messaggi sempre più personalizzati e pertinenti.