I trend della categoria giocattoli ai tempi del Coronavirus: i prodotti top per il gioco nel mondo

 

La pandemia di Coronavirus ha causato significativi cambiamenti nel comportamento dei consumatori, riconducibili in modo particolare alle misure di distanziamento sociale che hanno costretto le persone a trascorrere più tempo a casa come mai prima. Ciò significa che anche i bambini sono a casa, mentre dovrebbero normalmente essere a scuola.

L’improvvisa diffusione di scuola a distanza e di lunghi periodi trascorsi al chiuso, con ristoranti, terreni di gioco, parchi e altro praticamente off limit, costringe i consumatori a lottare contro una minaccia psicologica: la noia.

Le vendite online di articoli di gaming hanno registrato un picco all’inizio dell’economia del distanziamento sociale, balzando al 75% negli USA a metà marzo. Il video in streaming mantiene anch’esso una costante traiettoria in ascesa.

Per compensare tutto il tempo passato davanti allo schermo, molte famiglie alla ricerca di svago e divertimento lontano dagli schermi passano a giochi, attività artistiche e manuali di genere “classico” e “da cortile”

Divertimento per tutta la famiglia lontano dagli schermi

Bambini e adulti di tutte le età sono alla ricerca di nuovi modi per approfittare del maggior tempo da passare insieme a casa, e i produttori di giochi stanno reagendo.

Secondo MediaRadar, gli investimenti su annunci dedicati a giocattoli e giochi sono passati da una media inferiore ai 3 milioni di dollari in febbraio ai 7 milioni di dollari alla settimana, in marzo. I “pesi massimi” dei brand di giocattoli, Mattel, Hasbro e LEGO, hanno speso in tutto $5,8 milioni per annunci a febbraio e quasi $19 milioni a marzo, vale a dire un incremento approssimativo del 230% su base mensile.

Gli insight di Criteo, basati sui dati relativi a 2 miliardi di shopper attivi ogni mese e su più di 15.000 retailer, mostrano che i consumatori di tutto il mondo stanno riscoprendo (o scoprendo per la prima volta) giochi e giocattoli fisici sulla scia di una nuova economia del distanziamento sociale. Ecco alcuni punti salienti della nostra ultima analisi:

Puzzle

Nella seconda metà di marzo, il produttore USA di puzzle Ravensburger ha visto le vendite balzare del 370% su base annua, e le vendite del 25 marzo erano 10 volte più alte dello stesso giorno del 2019.

Il brand, che teorizza l’l’effetto calmante del “mettere in ordine una pila di caos”, non ha mai riscontrato niente di simile nei suoi 136 anni di storia, ha dichiarato il CEO Filip Francke alla CNBC. Nel 2019, la società ha venduto 21 milioni di puzzle in tutto il mondo, con una media di sette puzzle al minuto nel Nord America. Il picco della domanda di puzzle, riconducibile al Coronavirus, significa che nel 2020, Ravensburger ha venduto 20 puzzle al minuto in Nord America.

Secondo i dati Criteo, le vendite di puzzle hanno iniziato a salire in tutto il mondo a metà marzo e sono rimaste ampiamente a livelli storici.

In un periodo di 30 giorni, dal 27 marzo al 26 aprile, le vendite sono salite nei Paesi Bassi (+138%), in Russia (+140%), Francia (+171%), Giappone (+269%), nel Regno Unito (+321%), in Italia (+379%), negli Stati Uniti (+509%), in Germania (+539%), Australia (+563%), Spagna (+677%) e Brasile (+1011%).

coronavirus toy trends jigsaw puzzles

 

Giochi di costruzione

Alla fine di aprile, su eBay Australia le vendite di Lego sono cresciute del 64% su base annua, e sono balzate al 92% in una sola domenica notte. Ha visto salire enormemente le vendite anche Basic Fun, il produttore di Lite-Brite, Lincoln Logs e K’nex, giochi “vecchia maniera” che richiedono a chi li usa di pensare in modo creativo e di mettere insieme cose semplicemente con le mani. Il Chief Executive Jay Foreman ha dichiarato al New York Post che l’azienda quest’anno ha visto il migliore trimestre di sempre, in assoluto.

Osservando i dati Criteo, possiamo vedere che nei 30 giorni tra il 27 marzo e il 26 aprile le vendite di giochi di costruzione, con prodotti come set di giochi di costruzione, blocchetti di schiuma e di legno, sono salite in Messico (+58%), Italia (+60%), Francia (+79%), Germania (+96%), Brasile (+119%), Giappone (+130%), Australia (+131%), negli USA (+140%) e nel Regno Unito (+143%).

coronavirus toy trends building toys

 

Tappeti elastici, altalene e playset

I giocattoli che consentono ai ragazzi di scatenarsi sono stati protagonisti di un’impennata: I giapponesi sono interessati a mini tappeti elastici, mentre gli americani stanno attrezzando i loro cortili con castelli gonfiabili, set di giochi da giardino e scivoli. Il Chief Executive di MGA Entertainment, che produce casette gioco, canestri da basket e tappeti elastici, ha comunicato recentemente che le vendite erano cresciute del 100% in marzo rispetto al 2019.

I dati Criteo mostrano che dalla fine di marzo alla fine di aprile le vendite di tappeti elastici sono aumentate in Australia (+66%), Brasile (+179%), Germania (+196%), nel Regno Unito (+342%), in Russia (+392%), negli Stati Uniti (+485%), in Francia (+592%) e nei Paesi Bassi (+893%).

Le vendite di altalene e di playset sono schizzate in alto negli USA (+694%), in Germania (+824%) e in Francia (+1387%), rispetto a gennaio.

coronavirus toy trends swing sets

 

Giocattoli per la musica, l’arte e il disegno

Privati delle loro lezioni scolastiche di arte, i bambini si esprimono attraverso il disegno, la pittura, i colori, la scultura e le arti manuali. Le lezioni di musica sono state annullate come il resto della scuola (per non parlare dei festival e dei concerti dal vivo). Nel frattempo, in queste ultime settimane, la musica in streaming per bambini ha visto una crescita a due cifre.

Le vendite di giochi per l’arte e il disegno, che comprendono plastiline, paste modellabili e tablet per disegnare, sono salite in Russia (+35%), nel Regno Unito (+141%), in Germania (+159%), Francia (+261%), negli USA (+653%) e in Brasile (+674%), rispetto a gennaio.

Anche le vendite di giochi musicali sono cresciute nei Paesi Bassi (+40) e in Brasile (+166%).

coronavirus toy trends musical toys

 

1. Contatta i clienti offline.

Se hai un negozio fisico, ora chiuso, utilizza i dati sui tuoi consumatori e sulle vendite del punto vendita per visualizzare pubblicità a shopper in-store che sono online. Per te è importante restare connesso con loro durante e dopo questi tempi difficili.

2. Identifica le tue audience rilevanti.

Targettizza le giuste audience in-market in base alla crescita della categoria sul mercato e monitora le tendenze del prodotto, settimana dopo settimana. La Dashboard dell’impatto del Coronavirus è un’utile risorsa.

3. Espandi i segmenti a cui ti rivolgi.

Criteo offre un’ampia gamma di opzioni che possono essere utilizzate per creare e raggiungere la tua audience ideale in base alle abitudini di acquisto e di ricerca sul Web, come le popolazioni “bambini a casa”, “esercizio fisico a casa” o “lavoro da casa”.

Resta al passo con gli ultimi trend dei consumatori e le ultime strategie dei marketer grazie alla nostra newsletter:

Criteo Product Insights Finder

Dai un’occhiata ai dati più da vicino con il nostro Criteo Product Insights Finder interattivo. Utilizza i menu a discesa per scegliere un Paese e una categoria di prodotti per vedere i numeri più aggiornati: