febbraio 23, 2018
Condividilo

Cosa fanno gli italiani su Internet? I dati in una ricerca di comScore

 

Quello che descrive il nuovo studio di comScore sul digitale in Italia è un panorama ricco di potenzialità, dove aumenta la frequenza con cui vengono visti i video e in cui il mobile gioca un ruolo sempre più fondamentale.

Il mobile al centro

Guardando ai dati, ciò che emerge è il continuo spostamento di fruizione da desktop a mobile, una tendenza che non accenna a diminuire, anzi è in costante crescita.

Su 38,6 milioni di italiani che hanno effettuato l’accesso a Internet nel dicembre 2017, (un aumento del 3% rispetto al mese di dicembre 2016) sono sempre più numerose le persone che lo hanno fatto esclusivamente attraverso device mobili (11,4 milioni di utenti per l’esattezza, con una crescita del 25% rispetto allo scorso anno): il 30% della total digital population!

Per i segmenti di età 18-24 e 25-34 le quote di utenti che accedono solamente da mobile salgono ulteriormente, rispettivamente del 37% e 34%.

Dove si concentra la popolazione digitale? Secondo i dati di penetrazione per proprietà, vince Google Sites (89%), seguito da Facebook (74%), mentre il Gruppo Editoriale Espresso e Otah sono le realtà con la componente “mobile only” più elevata, di circa 15 milioni di utenti ciascuno.

Italiani “App lovers”

In termini di tempo speso, 2 minuti su 3 (il 74% per la fascia d’età 18-24) sono trascorsi su dispositivi mobili di cui l’88% su App.

I primi cinque posti nel ranking delle app mobile a cui si dedica la maggior quantità di tempo sono occupate da Whatsapp, Facebook, YouTube, Google Search e Instagram, e rappresentano complessivamente il 68% della quota di tempo speso sul totale delle prime 100 app. (dicembre 2017)

E la fedeltà verso le applicazioni è assoluta: una volta installate, riducono drasticamente il tempo dedicato alla navigazione extra-app. In Italia, l’88,9% del tempo trascorso connessi al telefono è dedicato all’uso delle applicazioni.

Il successo del video

Confermata dalla ricerca di ComScore è la preponderanza dei video sugli altri tipi di contenuto. In Italia, il 37% dei minuti spesi davanti al computer è dedicato alla visione di video. Il dato si impenna considerando il traffico mobile, perché oltre la metà degli italiani possessori di smartphone dichiara di aver visto un video utilizzando il proprio telefono, confermandosi il pubblico più sensibile al video su smartphone rispetto agli altri Paesi.