Criteo ottimizza l’IdentityLink Bidding di LiveRamp

 

Chiunque, marketer o editore, leggendo le notizie più recenti, non può non chiedersi quale sarà in futuro il ruolo dei cookie. I limiti dei browser, le normative sulla privacy e le ripercussioni sui consumatori sono solo alcune delle sfide che influenzeranno le scelte e del consenso dei consumatori con l’esigenza di revenue pubblicitarie per mantenere la libertà dell’Open Internet.

È una scelta che si trovano ad affrontare insieme tutti gli attori dell’ecosistema. In Criteo, ci focalizziamo sul modo migliore di mantenere l’addressability in un mondo senza cookie e di garantire ai marketer la possibilità di connettersi ai consumatori grazie ai contenuti gratuiti degli editori.

I consumer vogliono che i loro dati vengano trattati con la massima cura, con un approccio user-centric della privacy, pur ricevendo contenuti personalizzati e rilevanti. I marketer devono essere certi di spendere i loro budget in modo efficace e devono cercare strumenti che siano in grado di far giungere i loro messaggi alle persone giuste e al momento giusto, rispettando i limiti di frequenza e le capacità di soppressione. Gli editori, che creano e forniscono contenuto, contano su revenue pubblicitarie per poter mantenere quel contenuto disponibile e gratuito. Dopo tutto, la democrazia si fonda sulla libertà di stampa e la libertà di stampa, a sua volta, sulla pubblicità.

Criteo si impegna a fornire ai marketer l’accesso a tutte le possibili fonti di inventory con modalità privacy-first, cosicché i marketer sanno che ogni impression acquistata può essere misurata in modo indipendente e trasparente. Questo richiede una soluzione di identità “scalata”. Criteo, insieme ai sui partner e clienti, ha sviluppato uno dei maggiori identity graph deterministici e aperti del mondo.

Siamo fieri di annunciare che stiamo potenziando il nostro attuale supporto al grafico IdentityLink di LiveRamp, uno dei maggiori DSP globali per la collocazione di offerte sull’IdentityLink. Questa nuova capacità offre ai marketer i match rate più elevati possibili per campagne di marketing people-based, incrementando l’accesso a inventory people-based in modalità privacy-by-design ed è un’alternativa concorrenziale (se non superiore) ai walled garden. Ogni impression acquistata con un IdentityLink può essere misurata con IdentityLink, in modo trasparente e nell’ambiente dati preferito dal brand.

IdentityLink si collega direttamente a un ad inventory mediante integrazioni di editori e SSP, consentendo l’accesso all’inventory di tipo digital, mobile, connesso a TV e senza cookie. Dal momento che IdentityLink è un ID deterministico e people-based, non si basa sull’utilizzo di cookie di terze parti. È una modalità people-based di approccio identitario. Inviando offerte su IdentityLink, Criteo consente ai suoi clienti di accedere automaticamente a nuove fonti di inventory e di ampliare una reach in espansione verso nuove forme emergenti di media.

La nostra partnership con LiveRamp si estende anche al mondo offline, dal momento che sappiamo che le campagne digitali hanno un impatto significativo sulle vendite offline – vendite difficili da tracciare senza l’identità people-based. I clienti comuni a Criteo e LiveRamp possono integrare i loro dati offline in Criteo attraverso sia lo Shopper Graph di Criteo sia l’IdentityLink di LiveRamp, e quindi utilizzare la tecnologia di Criteo per ottimizzare e misurare le campagne, traendone insight non possibili in precedenza.

Ciò semplifica la connessione di impression ai dati offline, includendo i dati delle transazioni, e l’offerta ai marketer di una visualizzazione più completa delle loro campagne. A differenza dei walled garden, i dati sono liberamente accessibili a qualunque marketer che si serva di Criteo: i marketer possono creare i loro exposure log e misurare in modo indipendente e trasparenti.

Anche se tutto ciò va indubbiamente a vantaggio dei marketer, alla fine, è il consumatore che ne beneficia. Presentando le offerte su IdentityLink, Criteo crea una consumer experience migliore, collegando identificatori sia online sia offline in modo privacy-conscious. Invece di un opt-out basato sui cookie, i consumatori possono esprimere la loro rinuncia in qualsiasi momento a livello personale, indipendentemente da dispositivi o dai cookie.

Il futuro della pubblicità digitale è people-based. L’intero settore del digital marketing trarrà vantaggio da soluzioni che forniscono il consenso e la scelta ai consumatori, garantendo ai marketer un’efficace comunicazione con audience rilevanti e agli editori la possibilità di offrire contenuti validi attraverso l’Open Internet. Il nostro obiettivo è contribuire a una soluzione di identità scalata che tutti i partecipanti trovino un equilibrio tra tutte le esigenze di un ecosistema aperto e corretto.