I top trend del settore viaggi 2019: 3 suggerimenti per incrementare le prenotazioni

 

Dopo una stagione di festività, spesso stressante, è naturale iniziare a sognare come lasciarsi tutto alle spalle. Abbiamo studiato i dati di tutti i nostri clienti viaggiatori, rilevando un picco significativo di traffico e di prenotazioni tra gennaio e marzo 2018. È ormai sicuro che i trend del settore viaggi per il 2019 seguiranno lo stesso modello, il che significa che già da oggi dobbiamo iniziare a pensare come connetterci con i viaggiatori.

La nostra ricerca ha rivelato che nelle prenotazioni dei viaggi il comportamento del consumatore varia ampiamente da una regione e l’altra. In alcuni Paesi si preferisce cercare e prenotare a gennaio, mentre in altri si tende ad aspettare fino a marzo. Altri ancora, invece, cercano presto ma acquistano dopo mesi.

Per aiutare i marketer a prepararsi per il 2019, abbiamo studiato con attenzione i nostri dati e abbiamo creato una dashboard Criteo per i viaggi stagionali. Questo sito interattivo mostra il traffico giornaliero indicizzato e le prenotazioni, confrontate con i dati medi del Q4 2017, provenienti da più di 2000 operatori di viaggi di 51 Paesi. Sono informazioni che riflettono più di 2 milioni di dati in un anno!

Ecco come incrementare nel 2019 i profitti derivanti dalle prenotazioni di viaggi:

1. Sei già pronto per i viaggiatori di Regno Unito, Germania, Paesi Bassi e Belgio che prenotano in inverno?

Questi Paesi hanno un ciclo decisionale tendenzialmente breve. I dati di Criteo mostrano che in questi Paesi, nei momenti di traffico massimo (all’inizio di gennaio) si registrava anche il picco di prenotazioni.

Solo nel Regno Unito, secondo quanto ha rivelato il Report 2018 di Criteo sui viaggi estivi, molte prenotazioni vengono effettuate in gennaio.

Report 2018 di Criteo sui viaggi estivi 

 

Regno Unito

La nostra dashboard dei viaggi stagionali mostra che solo il 7 gennaio 2018, il Regno Unito ha visto uno straordinario incremento del 115% del traffico e un aumento del 60% delle prenotazioni.

2019 travel trends

 

Germania

In Germania, assistiamo a un trend simile, con il più alto picco stagionale di prenotazioni di viaggi nel Q1. Nel 2018, la Germania ha visto un’improvvisa crescita dell’88% del traffico online e un incremento dell’48% delle prenotazioni il 7 gennaio.

2019 travel trends

Per questo, la spiegazione è semplice: le famiglie tedesche con figli conoscono molto in anticipo le date delle loro vacanze e tendono a prenotare i loro viaggi già agli inizi dell’anno. Inoltre, la pubblicità del settore dei viaggi in Germania lavora a pieno ritmo durante il Q1, cosicché coloro che prenotano per primi possono approfittare di forti sconti.

 

2. Scopri perché in Europa Centrale, Sud-Est asiatico e in altre regioni le prenotazioni avvengono in primavera.

In Europa Centrale, Francia, Scandinavia, Australia e Nuova Zelanda, il processo decisionale è più lungo. I viaggiatori di queste regioni a fine dicembre – inizio gennaio iniziano a pensare di prenotare, ma poi molti acquistano a febbraio, con un picco di prenotazioni a marzo.

Francia

Quest’anno la Francia ha visto un picco di traffico del 66% il 14 gennaio e un incremento costante delle prenotazioni fino al 18 marzo, raggiungendo il punto massimo con un +44%.

2019 travel trends

 

Europa Centrale

In Europa Centrale, abbiamo rilevato un aumento del 67% del traffico il 7 gennaio, seguito da un costante flusso di prenotazioni che hanno raggiunto un picco del 26% l’11 marzo.

2019 travel trends

Qual è la morale di tutto questo? La pubblicità deve essere costante durante tutto il Q1 – non si può mai sapere quanto tempo ci vuole perché qualcuno si decida a prenotare una fuga su un’isola, la prossima estate.

 

3. Per ogni operatore di viaggi, il mobile è il solo elemento che non è possibile dimenticare.

La prenotazione di viaggi sui dispositivi mobili è diventata così facile che i consumatori non devono più andare a casa e mettersi al desktop per prenotare le loro vacanze. In particolare quelle last minute. Aziende dal successo strepitoso, come Hotel Tonight e AirBnb, stanno rendendo più semplice che mai approfittare di occasioni. Anche quando si è fuori casa.

I dati del nostro Travel Flash Report hanno dimostrato in quale misura il mobile sta dominando il commercio, compreso il settore della prenotazione dei viaggi.

Il Criteo Travel Flash Report – Inverno 2018 di Criteo

Avere un’app è un modo straordinario per incrementare al massimo le vendite. Tuttavia, assicurare ad agenzie di viaggio e a fornitori online un’esperienza mobile senza interruzioni è fondamentale, per garantire la possibilità di connettersi ai propri consumatori ovunque essi siano.

 

Riportiamo sul sito gli aspiranti viaggiatori in modo da farli acquistare

Secondo The Drum, 3 Millennial su 4 preferiscono acquistare esperienze che beni materiali. Inoltre, oggi lo scopo principale del viaggio è sempre più l’appagamento personale e sempre meno l’acquisto di souvenir di pessimo gusto. Il desiderio di esperienze indimenticabili si afferma sempre più come trend globale. Nel 2019, preparati a capitalizzare sullo spirito di avventura, offrendo esperienze personalizzate su ogni canale.

Il retargeting dinamico è uno dei modi migliori di riportare sul tuo sito i consumatori che l’avevano già visitato, per ricordare loro i pacchetti di viaggio per cui avevano mostrato interesse ma che alla fine non hanno prenotato. La tecnologia di Criteo aiuta i retailer di viaggi ad incrementare le conversioni di carrelli abbandonati (fino al 244%), il tempo che i consumatori dedicano alla visita del sito (in media 5 minuti in più) e i tassi di conversione su tutti i dispositivi (l’incremento medio di vendita è del 257%).

Quindi, come ti connetti ai tuoi consumatori quando stanno pensando ai loro viaggi e in seguito, quando sono pronti a prenotare? Il percorso di ogni viaggiatore è pieno di punti interrogativi. Dove trascorrerò la mia vacanza? Che sistemazione devo scegliere? Che cosa devo portarmi in valigia?

I dati sono la chiave per avere risposte e per tutte le opportunità che inserzionisti e viaggiatori devono saper cogliere.