In che modo il Trono di Spade influenza le mete dei viaggi

 

Targaryen. Stark. Lannister.

Sicuramente c’era una casa per cui anche tu tifavi, e speravi che riuscisse a impossessarsi del Trono di ferro. Lo spettacolo di maggior successo di tutti i tempi della HBO, il Trono di Spade, ha ispirato un esercito di fan entusiasti grazie ai suoi racconti epici di famiglie feudali, di draghi e di Estranei.

Il Trono di Spade ha conosciuto una fama e una popolarità senza precedenti (la serie vanta un numero di Emmy mai vinti da uno spettacolo in prima serata, con una diffusione in 170 Paesi e punte di 10 milioni di spettatori per episodio). Persone di tutti gli angoli del mondo si sono sintonizzate ogni settimana per vedere gli ultimi sviluppi della storia.

Ci siamo chiesti se tutti questi appassionati potrebbero condividere preferenze simili in altre categorie, i viaggi, ad esempio. Per scoprirlo abbiamo esaminato i dati di Criteo. Come dimostrano i nostri risultati, molti spettatori del Trono di Spade desiderano ‘mettere i piedi’ proprio i luoghi in cui la magia ha preso vita.

Islanda

Da Highgarden e King’s Landing a Winterfell e Casterly Rock, ecco come il Trono di spade ha influenzato le destinazioni di viaggio…

Quando viene presentato un teaser, le prenotazioni per Croazia, Islanda e Irlanda iniziano a crescere.

Quando è stato mandato in onda il primo teaser di Dragonstone, il 6 dicembre 2018, abbiamo assistito a una crescita delle prenotazioni per questi Paesi, con un incremento del +20%.

Quando la frenesia aumenta, aumenta anche la voglia degli spettatori di vedere di persona queste mete fantastiche.

Nei primi tre mesi del 2019 (il periodo precedente al finale della serie), vi è stato un incremento delle prenotazioni almeno del +95%, rispetto alla media tra settembre e dicembre 2018.

Prenotazioni indicizzate di viaggio per le location delle riprese del Trono di Spade

Fonte: Prenotazioni mensili indicizzate di viaggio (in Croazia, Islanda, Irlanda), di clienti USA, in base alla media di prenotazioni mensili tra settembre e dicembre 2018.

Maggiore fermento significa più prenotazioni.

L’aumento dei teaser, dei trailer e delle notizie sul Trono di Spade è stato affiancato da un aumento delle prenotazioni, a mano a mano che la premiere della stagione finale si avvicinava, raggiungendo il picco a febbraio con un +124%.

Quando lo spettacolo va in onda, la gente si sintonizza.

Nell’aprile del 2019, il mese della premiere della stagione finale, le prenotazioni sono tornate ai normali livelli.

Ireland

Nel periodo che precede la premiere del Trono di Spade si moltiplicano i viaggi in Europa.

Da gennaio ad aprile 2019:

  • Le prenotazioni per la Croazia sono aumentate fino a un +68%
  • Le prenotazioni per l’Islanda sono aumentate fino a un +166%
  • Le prenotazioni per l’Irlanda sono aumentate fino a un +44%

Prenotazioni di viaggi ispirati al Trono di Spade del 2018 rispetto al 2019

Fonte: Prenotazioni indicizzate di viaggio (per Croazia, Islanda, Irlanda), di clienti USA, in base alle medie delle prenotazioni tra settembre e dicembre 2018.

Una cosa è chiara: I fan del Trono di Spade ambiscono esplorare i continenti (di fantasia) di Westeros e Essos. E questo è un vantaggio per il settore dei viaggi.