Condividilo

Condividilo

SFIDA

Poiché continuava a registrare un 95% delle vendite nei punti vendita fisici, Promod, un retailer leader nella moda femminile voleva capire l’impatto delle sue campagne digitali sul totale delle vendite.

Grazie al suo programma fedeltà e a un’iniziativa di ricevuta elettronica, l’azienda ha raccolto indirizzi e-mail da circa il 70% delle sue vendite nei punti vendita fisici.

Tuttavia, non aveva modo di collegare questi clienti offline al loro percorso di acquisto online.

Per questo motivo l’azienda sapeva che esisteva un ampio pubblico di clienti offline fidelizzati che non era possibile raggiungere online mediante campagne rilevanti di marketing.

SOLUZIONE

Grazie ad un feed quotidiano di dati di vendite offline che inviava a Criteo, Promod è in grado ora di sfruttare la potenza del Criteo Shopper Graph per abbinare il 70% dei suoi clienti in-store al loro profilo online.

La visione olistica del percorso di acquisto cross-channel online e offline consente a Promod di ottimizzare le sue offerte e le raccomandazioni dei prodotti, traendo un vantaggio per l’incremento delle performance di tutte le sue campagne.

Il 64% dei clienti di Promod identificati in negozio è esclusivamente clientela offline*; Promod è perciò in grado di coinvolgere una nuova audience sui canali digitali, con raccomandazioni di prodotti personalizzate e rilevanti, e convertirla in clientela omnichannel di elevato valore.

Grazie ai report forniti da Criteo, Promod ha accesso anche agli insight completi del percorso di acquisto omnichannel dei suoi clienti.

Ad esempio, l’azienda ha osservato che tra i clienti che avevano acquistato esclusivamente offline negli ultimi 60 giorni, i due terzi avevano visitato il sito di vendita di un concorrente della stessa verticale; un terzo di essi aveva anche effettuato acquisti su questi siti.

Come funziona : 

  • Le vendite in-store sono abbinate con modalità deterministiche ai profili degli acquirenti online, con un tasso leader del mercato del 70% grazie al Criteo Shopper Graph.
  • Fornendo un numero 3 volte maggiore di dati a Criteo Engine, il predictive bidding èancorapiù affidabile e le raccomandazioni sui prodotti sono più rilevanti, ottimizzando quindi l’insieme della campagna digitale.
  • L’esperienza del consumatore ècontinua ed è offerta su una visione completa del shopper journey. Maggiore comprensione delle performance della campagna digitale grazie alla visibilità delle vendite online e offline
  • Privacy by design – le email criptate garantiscono la costante protezione dei dati dei clienti.

RISULTATO

  • Vendite in-store 3 volte maggiori confronto alle vendite realizzate in un sito web a 30 giorni da un clic
  • +270% di ritorno sull’investimento pubblicitario (ROAS) includendo le vendite in-store a 30 giorni da un clic
  • Il 26% dei clienti che hanno compiuto ricerche online prima di andare in negozio ha acquistato lo stesso prodotto e il 39% ha acquistato un prodotto della stessa categoria
  • Aumento del 16% dell’audience incrementale online grazie all’identificazione di clienti che prima erano esclusivamente offline

“Applicando una visione omnichannel alle nostre campagne digitali, non solo le nostre campagne di retargeting migliorano, grazie a migliori raccomandazioni sui prodotti e a una più convincente esperienza del cliente, ma siamo anche in grado di arrivare ai nostri fidelizzati clienti offline, quelli che non siamo mai riusciti a raggiungere online, traendone ancora più valore, sia online sia in-store.”

–Yohan Smal, Responsabile Webmarketing

X3

Di vendite in-store confronto alle vendite realizzate in un sito web a 30 giorni da un clic

+270%

Ritorno sull’investimento pubblicitario (ROAS) includendo le vendite in-store a 30 giorno da un clic

+16%

Di audience incrementale online identificando clienti che prima erano esclusivamente offline